by © poetrypark

Corteggiavo la mia bella,
che non voleva saperne:
“Tra noi due, non esiste niente,” disse.
Come fare affinché qualcosa esista?
Acquistai un diamante grezzo,
lo tagliai,
lo resi flawless,
e glielo regalai.
Le piacque, la fredda luce adamantina.
Esistetti, l’amor sbocciò,
e lei, per dir così,
lo toccò con mano.
Dopo di che, ci mettemmo in viaggio,
lei e io,
e un passo dopo l’altro,
cammina e poi cammina,
su questi estrosi campi
venimmo insieme.

***